I Santuari di Puglia: tra tradizione e attualità

culturale / religioso - 6 giorni / 5 notti

Giorno 1

Arrivo del gruppo in hotel di San Giovanni Rotondo. Sistemazione nelle camere riservate, cocktail di benvenuto. Cena e pernottamento.

 

Giorno 2

Prima colazione. Visita ai luoghi dove visse ed operò San Pio da Pietrelcina: la Chiesa Antica e la Chiesa Nuova, entrambe dedicate a Santa Maria delle Grazie, la cripta con le reliquie di San Pio, la Cella e il Crocifisso delle Stigmate. Si prosegue poi alla visita della Chiesa di San Pio, opera dell’architetto Renzo Piano, e alla nuova tomba di San Pio, che dal 14 aprile 2010 custodiscono le preziose spoglie del Santo. Adornano la nuova cripta dei monumentali mosaici opera di Padre Rupnik. Dopo la messa, tempo a disposizione per le devozioni personali. Rientro in hotel per il pranzo. Al pomeriggio visita della cittadina di Monte Sant’Angelo, nota al mondo cristiano pe rl’antichissimo Santuario-Grotta di San Michele Arcangelo, meta medievale di pellegrinaggio provenienteda tutta l’Europa. Il santuario è anche uno dei maggiori luoghi di testimonianza dell'antica cultura longobarda in Italia, tanto da essere inserito il 2011 dall'UNESCO nell'elenco dei Siti Patrimonio dell'Umanità. Dopo la visita, da non perdere una passeggiata nell'affascinante Junno, il più antico quartiere di Monte S. Angelo che nacque e si sviluppò proprio attorno al suo santuario. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

Giorno 3

Colazione e partenza da San Giovanni Rotondo e trasferimento a Lucera, antica città della Daunia e dove nacque da umile famiglia il 6 agosto 1681 a Lucera, Sant'Antonio Francesca Fasani. Conosciuto in vita con il nome di Padre Maestro, fu protagonista di un'intensa attività apostolica. Sempre attento ai bisogni dei poveri e dei sofferenti, devotissimo alla Vergine, fu particolarmente vicino ai carcerati e ai condannati che accompagnava fino al luogo del supplizio. Morì il 29 novembre 1742. Ancora oggi la sua tomba, nella Chiesa di San Francesco a Lucera è meta di frequenti pellegrinaggi. Proclamato beato il 15 aprile 1951 da Pio XII è stato canonizzato da Papa Giovanni Paolo II il 13 aprile 1986, l'anno dopo il 27 maggio 1987 lo stesso papa si recò in pellegrinaggio a Lucera per pregare sulla tomba del Santo. Visita al Santuario di San Francesco. Proseguimento per la visita a Lucera del Duomo del trecento e al Castello. Pranzo inristorante della zona. Pomeriggio da dedicare alla visita di Troia. Piccola cittadina che coprì un ruolo di prima importanza dal XI e XII secolo, risalgono a quel periodo la cattedrale dedicata a Santa Maria. Oltre la cattedrale sono da visitare il Museo del Tesoro della Cattedrale, in cui si conservano i preziosi Exultet, codici miniati in pergamena del XI e XII secolo. Proseguimento evisita del Museo Diocesano, spazio espositivo ricavato dal vecchio monastero delle benedettine, grandioso complesso architettonico risalente al 1605. Dopo le visite trasferimento in zona Trani,sistemazione nelle camere, cena e pernottamento.

 

Giorno 4

Prima colazione in hotel e partenza per Trani, qui è da da visitare la cattedrale dedicata a San Nicola Pellegrino. Al contrario del più celebre San Nicola di Bari, di San Nicola denominato il Pellegrino, vi sono pochissime notizie, egli è patrono della città di Trani, dove morì nel 1094 dopo appena quindici giorni dal suo arrivo. Era nato in Grecia e dopo aver trascorso alcuni anni in solitudine giunse in Puglia, che percorse con una croce in mano e ripetendo l’invocazione kyrie eleison. Attirava e riuniva intorno a sé i ragazzi dando loro piccoli doni e facendo ripetere loro lasua invocazione. Dopo la sua morte fiorirono numerosi miracoli; quattro anni dopo nel 1098 nel Sinodo Romano, il vescovo di Trani si alzò e chiese all’Assemblea che il venerabile Nicola venisse iscritto nel catalogo dei Santi per i meriti avuti in vita e per i miracoli avvenuti post­-mortem. In suo onore iniziarono i lavori della nuova cattedrale che ancora oggi si erge maestosa a pochi metri dal mare. Proseguimento per Molfetta e visita di alcuni luoghi carichi della memoria di Don Tonino Bello. Pranzo in ristorante. Pomeriggio proseguimento per Bari, la visita ha inizio dalla Basilica di San Nicola, la più importante chiesa pugliese del periodo medievale, nella cui cripta sono custodite le reliquie di San Nicola. La città è meta da quasi un millennio di un continuo, crescente pellegrinaggio al suo sepolcro. A Bari si incrociano i passi di molte genti, di diversa nazionalità e confessione religiosa. La Basilica a lui dedicata è luogo d'incontro e di dialogo, quasi avamposto di comunione in vista dell'auspicata riconciliazione di tutte le Chiese. Messa nella basilica di San Nicola (da prenotare). Si prosegue nella Città vecchia, vera e propria casba di viuzze e vicoletti, per la Cattedrale di San Sabino ed il Castello Svevo. Proseguimento ed arrivo in hotel zona Fasano. Sistemazione nelle camere, cena e pernottamento.

 

Giorno 5

Prima colazione in hotel. Escursione a Lecce, la celebre Città del Barocco detta anche la Firenze del Sud. Tra i numerosi monumenti della città vanno ricordati l’Anfiteatro romano, il Duomo, il Palazzo Vescovile e la spettacolare Chiesa di Santa Croce. Pranzo in ristorante tipico. Pomeriggiosi prosegue per Alessano, in questa giornata approfitteremo per incontrare il parroco di Alessano, Don Luigi Ciardo, grande amico di Don Tonino Bello, visita della Chiesa parrocchiale e della casa natale, ora diventata piccolo museo. Nel corso della visita si incontrano altre persone che hanno conosciuto direttamente Don Tonino Bello e che raccontano di questa straordinaria e umana esperienza. Da Alessano di raggiunge la vicina Santa Maria di Leuca per la visita al Santuario di Santa Maria De Finibus Terrae. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

Giorno 6

Dopo la colazione, partenza per il rientro con sosta-pranzo a Lanciano, per la visita al Miracolo Eucaristico o a Manoppello per il Volto Santo.

©2020 Bosco Rosso Viaggi di Arteco Tur s.n.c. Tutti i diritti sono riservati.

Via Umberto Giordano, 4 - 71013 San Giovanni Rotondo FG - P.Iva 02010860712 - Tel. +39 0882.413557 - E-mail: info@boscorossoviaggi.it 

Webmaster: boscorossoviaggi@gmail.com - Note legali e condizioni generali